Ladies Body Show


LADIES BODY SHOW è uno spettacolo nato prima della pandemia, rimasto come tutto il mondo sospeso, e tornato a vivere a giugno. Insieme a Silvia Gribaudi ci siamo chieste come portare l’attenzione sul valore delle scelte che ognuno di noi compie e abbiamo provato a porci, nella costruzione del lavoro, una serie di domande drammaturgiche. Come selezioniamo le cose e le persone che ci circondano? I nostri occhi, il nostro cervello operano una selezione accurata in base ai nostri gusti personali, alle nostre emozioni, al nostro vissuto… Quanto siamo influenzati dalle immagini? Dagli stereotipi? Dall’esterno che ci circonda? Come guardiamo le tre attrici in scena? Come le ascoltiamo? Cosa guardiamo? Ci piace lo spettacolo? Sì o no? Perché? Quanto vale un attore? Quanto vale un personaggio? Quanto vale il pubblico? Quanto vale scegliere?

Il corpo e la consapevolezza di come scegliamo sono al centro del lavoro, corpo come carne, guardato, massacrato, giudicato, abbandonato, ricostruito, accettato o allontanato. Una carne, quella dell’essere umano, sempre sotto un giudizio pesante, capace di limitare o esaltare.

LADIES BODY SHOW è una performance che porta l’attenzione su come ognuno di noi sceglie, seleziona, elimina, giudica attraverso lo sguardo. I nostri occhi decidono come siamo noi e come sono gli altri.

LADIES BODY SHOW è uno show in cui lo spettatore è parte attiva nella scelta di chi incarna il SUCCESSO o chi il FALLIMENTO. LADIES BODY SHOW è un modo di riflettere sul senso di queste due parole: successo e fallimento e su come possano demolire la nostra comunità sociale.

LADIES BODY SHOW ha come obiettivo artistico di creare una performance capace di mettere in discussione i sistemi di valore selettivi umani e sociali.

Lo spettacolo sarà realizzato con una duplice possibilità di fruizione: sia in teatro in presenza che in digitale in streaming. Entrambe le versioni implicheranno una relazione diretta con il pubblico, capace di svelare i meccanismi di scelta e giudizio sul corpo intorno ai quali riflette e ruota lo spettacolo.

 

Note di regia

LADIES BODIES SHOW è una performance che fa incontrare e dialogare artisti di fama nazionale ed internazionale, creando un mix di linguaggi e competenze. Le attrici sono Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli, fondatrici della compagnia milanese Qui e Ora Residenza Teatrale, attive nelle arti dal vivo con questa formazione da più di dieci anni.Da diversi anni le tre attrici di Qui e Ora hanno deciso di affinare la propria pratica teatrale invitando nuovi artisti con cui collaborare, con cui mettere a confronto le poetiche e a cui affidare la regia delle loro performance. Da questo nasce il felice incontro di Ladies Bodies Show, che è orchestrato dalla coreografa Silvia Gribaudi, con i testi della drammaturga e attrice Marta Dalla Via, le luci di Paolo Tizianel e le immagini dell’artista visivo Matteo Maffesanti.

LADIES BODIES SHOW è un format, un gioco in cui lo spettatore deve scegliere: quale dei 3 corpi di queste tre cinquantenni ha valore? Su quale base si concretizza la scelta? Dietro a queste domande si apre la riflessione su come giudichiamo e sul valore dei nostri corpi. In una società che rende invisibile la bellezza del cambiamento fisico, Silvia Gribaudi, con le Qui e Ora e con Marta dalla Via, apre e conduce a una più ampia visione del corpo e del suo valore, sperimentando una performance che è un gioco per capire come siamo condizionati nello scegliere cosa ha valore e cosa non ne ha.

Di particolare interesse, visto i temi che tratta lo spettacolo, è sperimentare la possibilità di una duplice fruizione da parte del pubblico. Ovvero lo spettacolo sarà costruito sia per essere visto dal vivo che per essere visto in streaming, valorizzando la modalità di coinvolgimento del pubblico e la dimensione della scelta tramite gli strumenti che il digitale offre.

di Qui e Ora Residenza Teatrale
ricerca materiali Francesca Albanese, Silvia Baldini, Silvia Gribaudi, Laura Valli
con Francesca Albanese, Silvia Baldini, Laura Valli
regia Silvia Gribaudi, Matteo Maffesanti
collaborazione drammaturgica Marta Dalla Via
ph Paolo Sacchi, Matteo Maffesanti
produzione Qui e Ora Residenza Teatrale e Zebra
in collaborazione con Festival Teatri di Vetro | Teatro dl Lido di Ostia Festival Il giardino delle Esperidi | Cross Festival
con il sostegno del MIBACT

Spettacolo selezionato per NEXT2020 – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione
dello spettacolo dal vivo – progetto di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo


Dicono di noi #


Maria Dolores Pesce / DRAMMA.IT
Il Giardino delle Esperidi Festival 2021
Al centro, ancora una volta, il corpo femminile intercettato nella frizione tra la sua immagine, imposta e gestita come fosse una réclame, e una realtà inevitabilmente incoerente. Ma paradossalmente, attraverso l’ironia drammaturgica e l’accorto uso di un umorismo che non scivola mai nella farsa, è quest’ultima a prevalere e a rappresentare la bellezza quando è sincera rivoluzione, anche solo nel senso di ribaltamento di prospettiva. Una sorta di passerella di moda, o meglio di modi e luoghi comuni, in cui il peso di un giudizio precostituito, e talora alienante fino alla dissociazione irresolubile tra successo e fallimento (sociale), si dissolve man mano nella risata liberatoria che è una riflessione comunque profonda su quello che siamo.


Vincenzo Sardelli / KLP

“XVII GIARDINO DELLE ESPERIDI. IL FESTIVAL TRA NATURA E LEGGEREZZA”
Le stralunate e strabuzzanti Silvia Baldini, Francesca Albanese e Laura Valli ci inondano del loro entusiasmo. Iniettano la loro energia nel caustico “Ladies Body Show”, spettacolo intelligente con la regia di un’altra matta e mattatrice della scena, quella Silvia Gribaudi fresca di Premio Hystrio capace di dare a ogni corpo la propria voce, a ogni centimetro di tessuto adiposo la propria forza drammaturgica. “Ladies Body Show” con le sue domande tormentone su bellezza e femminilità, arte e creatività, potere e denaro, è una zaffata d’umorismo applicato ai linguaggi del corpo. La performance è ironia dissacrante. È vitalismo al femminile: a spazzare gli stereotipi delle menti omologate; a sciogliere la pinguedine dei cervelli seriali.


Enrico Pastore / IL PICKWICK

Giano Bifronte nel Giardino delle Esperidi
Ladies Bodies Show di Qui e Ora Residenza Teatrale per la regia di Silvia Gribaudi che vede in scena le brave Francesca Albanese, Silvia Baldini e Laura Valli. In un’atmosfera divertente, persino leggera, tre donne in biancheria intima, si espongono allo sguardo giudicante del pubblico. In realtà il nostro corpo è sempre sottoposto a giudizio, in modo anche feroce, dagli occhi di chi interagisce con noi. Attraverso l’involucro si stabilisce spesso successo e fallimento di un’azione, una richiesta, un atto d’amore, un’impresa. Tramite il dispositivo teatrale si esamina il processo di valutazione, anche economica, di ciò che si espone davanti ai nostri occhi. E noi che giudichiamo, chi siamo? Merce e consumatori insieme in un sistema neoliberista che valuta attraverso la confezione e con modalità esclusivamente quantificanti il successo di un prodotto indipendentemente dalla sua reale qualità intrinseca. Il corpo è quindi politico, afferma la sua esistenza e denuncia una modalità inquinante e tossica nel nostro agire come società di sguardi. L’occhio bovino e innocente era già stato squartato violentemente da Buñuel in Un chien andalou (1929), ma lo sguardo onnipresente dei social e del mondo digitale ci ha resi tutti morbosi nell’osservare, valutare, concedere il nostro placet e decretare quindi successo o fallimento. Esporsi senza paura allo sguardo può parere un atto sconsiderato, esibizionista, ma si può anche dimostrare un gesto di coraggio pur nella coscienza che non si sfugge a un sistema cannibalistico in cui anche la ribellione diventa spettacolo.


☆ Prossime date


Nuove date in programmazione

♥ Info


Drammaturgia Contemporanea

Italiano / 60

☼ Utility


☉ SCHEDA TECNICA

☉ SCHEDA ARTISTICA

Torna su